Nuove Colture Agroenergetiche

Nel 2010, dopo molteplici studi condotti nel Nord Europa e verificato l’alto potenziale delle coltura agroenergetica, il Gruppo decide di costituire ad hoc una società agricola, Agriwatt, in partnership con il Gruppo SAIF/Enviro, con lo scopo di sperimentare la coltura sterile ibrida di Miscanthus Giganteus, derivato dall’incrocio di Miscanthus Sinensis e Miscanthus Sacchariflorus.

I primi risultati, incoraggiano il Gruppo a continuare in autonomia, tramite la controllata Sardinia Bio Energy, ulteriori piantumazioni, e nel 2011 viene deliberato un ulteriore investimento nella coltura, portando l’attuale piantumazione di Miscanto ad essere tra le più importanti dell’area mediterrenea.
Gli anni di sperimentazioni, oltre a creare un importante know-how contribuiscono ad identificare i migliori partners mondiali per lo sviluppo del progetto. I nostri partners si avvalgano di esperienze ventennali in campo agro-energetico nel Nord/Centro America e nel Nord Europa, e vantano primarie multinazionali energetiche tra i loro clienti, nonché decine di migliaia di ettari piantumati nel mondo.

I nostri partners, dopo aver analizzato nel mondo e catalogato per anni oltre 3.000 tipologie differenti di Miscanto, sono giunti ad identificare i migliori incroci, tra questi, quelli che più si adattano alle regioni climatiche dell’area mediterranea in termini di apporto idrico e resa per ettaro, nonché di resistenza agli agenti parassitari esterni.

La società nel 2013 ha avviato un vivaio per la produzione e commercializzazione di rizomi selezionati di Miscanthus Giganteus. Le superfici del vivaio, raggiungono i 16 ettari e permettono ogni anno di ottenere un numero di rizomi utile a piantumare oltre 250 ettari/anno. Tali rizomi vengono utilizzati dal Gruppo per la piantumazioni di nuove superfici in Sardegna ma sono anche vendita con consegne in tutta Italia e Europa.